Location | Roma
Date | 2005 – 2006
Client | Pontificia Università Lateranense
Design | King Roselli Architetti

La Biblioteca Lateranense Pio IX è uno dei progetti di architettura più pubblicati degli ultimi anni e ha ottenuto diversi riconoscimenti italiani e internazionali tra cui il Premio Nazionale IN/ARCH-ANCE per un Intervento di Nuova Costruzione.

La Biblioteca si innesta con eleganza nel contesto consolidato all’interno del complesso universitario di San Giovanni. Già in facciata, infatti, accanto alla scelta di un materiale in continuità con gli altri edifici il disegno di aperture diagonali comunica la caratteristica degli interni. Tre coppie di rampe, che costituiscono lo spazio lettura, salgono intersecando i sette piani del complesso, ognuno dei quali è dedicato a una specifica area tematica. Al centro dello spazio le rampe disegnano un vuoto a tutta altezza in cui la luce che entra dalle vetrate perimetrali si concentra e si diluisce offrendo una duplice visione allo spettatore: guardando dal basso verso l’alto si è avvolti dal candore e dal bianco che enfatizza le geometrie, mentre affacciandosi dalla sommità e guardando in basso verso il foyer l’edificio genera un’esplosione matericae, grazie ai listelli di mogano massello di pavimentazioni e tavoli, crea uno spazio unico e sovrapposto. La presenza-assenza delle balaustre in vetro extrachiaro mostra la sezione della rampa in mogano che procede a gradoni appoggiandosi alla struttura in cemento.

Su questo spazio fluido si attesta lateralmente la torre libraria che accoglie circa 70,000 volumi nei suoi 6 piani e che accoglie anche la parte dell’emeroteca.

La Devoto ha prodotto e montato tutti gli interni a partire dai pavimenti sopraelevati e dalle balaustre in vetro strutturale per completare con gli arredi che compongono la sala lettura e la torre libraria.

Photo credit: Anna Pietragalla, Santi Caleca, courtesy of KR King Roselli Architetti